chi siamo

Nasceva nell'autunno del 1986 la Misericordia di Benevento, secolare sodalizio di volontariato. Erano tempi in cui avere una ambulanza, in caso di necessità, era una vera e propria impresa e spesso i trasferimenti negli ospedali napoletani per feriti gravi e neonati bisognosi di cure e strutture migliori, potevano essere svolti solo grazie all'aiuto dei Vigili del Fuoco.E così, dopo la nascita di alcune Misericordie nella provincia di Avellino all'indomani del tragico sisma del 1980 (che vide una massiccia partecipazione di oltre 150 Misericordie provenienti dalla Toscana), anche a Benevento fu fondata la Misericordia.E' un sodalizio che si regge solo ed esclusivamente sull'opera di volontari che donano parte del proprio tempo libero al prossimo bisognoso, senza alcun tipo di compenso personale, ma solo con l'ideale di compiere opere di carità secondo i dettami del Vangelo: le Misericordie sono prima di tutto Confraternite e per questo le attività sono svolte con lo stile del Buon Samaritano.Non a caso ogni Misericordia ha un proprio Assistente Spirituale, che incontra almeno una volta al mese tutti i volontari con momenti finalizzati a far si che tutte le opere vengano sempre svolte secondo i dettami del Vangelo, attualmente l'Assistente Spirituale che nel mondo delle Misericordie è chiamato 'Correttore' è Mons. Pompilio Cristino Parroco di Santa Maria di Costantinopoli nonché Vicaro Generale della Curia Arcivescovile. E di interventi la Misericordia di Benevento ne ha effettuati oltre ventimila dalla sua fondazione, soprattutto di Pronto Soccorso fino ad alcuni anni fa, poi passati di competenza alla regione per il tramite del servizio118, e altrettanti di trasporto protetto degli infermi.

Ma tante sono state anche le attività di protezione civile, quali gli interventi in occasione della alluvione in Piemonte nel 1992; la raccolta di viveri da destinare alle popolazioni della Bosnia prima del tragico conflitto; l'alluvione in Versilia, l'assistenza alle migliaia di profughi Albanesi sbarcati sulle coste della Puglia nel 1988, l'emergenza neve che ha colpito la nostra provincia nel 1991, la tragica alluvione di Sarno, il terremoto di San Giuliano di Puglia, il sisma in Umbria e quello recente dell'Abruzzo e tante altre attività svolte al fianco delle Istituzioni locali e nazionali.

E' una enorme soddisfazione appartenere alla grande famiglia delle Misericordie e far conoscere davvero cosa è la Misericordia di Benevento, e cioè un'Associazione che svolge un servizio di ambulanze, ma in maniera diversa da tante altre. Non è facile al giorno d'oggi, e nel nostro Sud, che semplici cittadini donino parte del proprio tempo libero e, per di più in maniera disinteressata e gratuita, a chiunque abbia bisogno si soccorso o assistenza, soprattutto con tanto amore e professionalità.

La prima sede operativa della Misericordia di Benevento nell'anno 1986, è stata presso l'Ospedale Fatebenefratelli e, dopo circa un anno di permanenza per esigenze di organizzazione e la conseguente crescita dell'Associazione e del relativo parco macchine, si è trasferita presso la Parrocchia di Santa Maria di Costantinopoli per circa 3 anni. In questo periodo a bordo di un'ambulanza era installato un 'cardio-telefono' collegato con il reparto di Cardiologia dell'Ospedale Fatebenefratelli, e che ha consentito di effettuare numerose diagnosi cardiologiche a casa dei pazienti, servizio che è durato circa cinque anni. Nei primi anni novanta, la sede trovava una nuova collocazione in via San Pasquale, all'interno del chiostro attiguo alla Chiesa, dove veniva attivato anche una convezione con il Ministero della Difesa per lo svolgimento del servizio sostitutivo civile e che ha visto la presenza di oltre 30 obiettori di coscienza. A ridosso dell'anno 2000 a seguito dei fondi stanziati per il Giubileo avveniva un ulteriore trasferimento presso la struttura 'ex Lazzaretto', per poi ritornare presso la Casa di Riposo Comunale 'San Pasquale', dove tuttora è presente.

Attualmente le attività operative dell'Associazione, sono prevalentemente il trasporto protetto degli infermi, i ricoveri e le dimissioni ospedaliere, l'accompagnamento di persone che si sottopongono a terapie particolari, quali dialisi e chemioterapie, l'assistenza a manifestazione sportive, culturali e religiose, l'organizzazione di Corsi di Primo Soccorso Sanitario e di Protezione Civile, tutte svolte in maniera 'totalmente gratuita' dagli iscritti i quali, dopo aver frequentato appositi corsi di formazione ed addestramento, donano qualche ora del proprio tempo libero al prossimo bisognoso. Anche coloro che beneficiano dei servizi di ambulanza contribuiscono con una libera offerta, in modo da permettere all'Associazione di sostenere tutte le spese vive poter continuare a rispondere prontamente ad ogni richiesta di intervento ed assistenza con slancio e professionalità.

Lo spirito che anima le Misericordie è davvero esemplare, anche perché si rifà alle antiche tradizioni che hanno ispirato la fondazione della prima Misericordia, quella di Firenze e che risalgono ad oltre sette secoli addietro, precisamente al 1244 anno in cui San Pietro Martire, giunto a Firenze per predicarvi delle missioni, si imbatté in una terribile pestilenza dove le vittime restavano insepolte e abbandonate per strada. Il Santo, perciò, non esitò a formare una 'compagnia' che provvedesse al trasporto degli appestati in luoghi di raccolta e di cura ed alla sepoltura dei defunti, nonché al loro culto. Cessata la pestilenza l'Istituzione rimase, tramandandosi e sviluppandosi neri secoli, varcando i confini della Toscana e sciamando in tutte le regioni d'Italia, già dalla prima Guerra Mondiale. Le Misericordie sono fiorite nel precetto Evangelico della 'carità' per restituirne, ove possibile, ancora di più. Negli anni settanta hanno varcato anche i confini dell'italia e dell'Europa, essendo presenti in Russia, Portogallo ed America Latina.

La collaborazione con le Istituzioni è da sempre attiva da parte della Misericordia di Benevento, in particolar modo con la Prefettura, la Questura e l'Amministrazione Comunale. Solo per portare qualche esempio, da anni collabora con la locale Questura nell'attività di 'prevenzione stragi del sabato sera', e con l'Amministrazione Comunale presenziando con Ambulanza e Soccorritori alle manifestazioni di rilievo quali i festeggiamenti per la Madonna delle Grazie, la Fiera di San Giuseppe e in particolar modo con il Settore Servizi Sociali e l'ultima attività collaborativa è stata quella del progetto 'Estate Sicura Anziani'.

Nell'anno 2006, la Misericordia di Benevento ha festeggiato i suoi primi "20 anni di attività", ed in quella occasione si è anche dotata di una moderna ed attrezzata ambulanza intitolata alla memoria del Dottor Giuseppe Zeppa, acquistata grazie al contributo della manifestazione 'Un Pallone per Amico' organizzata dalla Questura di Benevento, a testimonianza dell'impegno e della continua collaborazione messa in atto da oltre un decennio.

Tra i tanti progetti portati avanti dai volontari della Misericordia di Benevento, ve ne è uno lanciato nel 2008 e concluso nella primavera del 2011: l'acquisto di una Unità Rianimativa Neonatale Pediatrica. E' stato un progetto molto ambizioso, il cui costo finale ha raggiunto la cifra di ben 135mila €uro!! Abbiamo lanciato questa sfida, anche in virtù della possibilità di ottenere fondi grazie al 5 per mille, infatti lo Stato rinuncia ad una piccola parte delle tasse che i contribuenti devono versare, dando la possibilità alle Associazioni di beneficiare di questa quota. Ma il contributo più grande è stato ricevuto dalla generosità dell' IVPC che ci ha permesso di realizzare il progetto in pochi anni.

Nel 2012, concluso il progetto dell'Unità Mobile Neonatale, abbiamo lanciato un altro importante progetto: quello di acquistare un "Automezzo per Trasporto Disabili", da mettere a disposizione, gratuitamente, di tutta la popolazione sannita. Pertanto l'appello a donare il 5 per mille è ancora più caloroso: per fare ciò basta inserire il Codice Fiscale della Misericordia di Benevento 92005780629 in occasione della dichiarazione dei redditi. Anche coloro che non hanno tributi da versare possono ugualmente effettuare la segnalazione che aumenta la suddivisione dei fondi. Ci corre l'obbligo di ringraziare tutti coloro che negli anni precedenti sono stati sensibili nell'effettuare la segnalazione e donazione del 5 x mille e che sicuramente ripeteranno anche per gli anni futuri il nobile e gratuito gesto. Inoltre la Misericordia di Benevento è una ONLUS per cui tutti i contributi e le donazioni che vengono fatte sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi.

L'invito a iscriversi alla Misericordia di Benevento è sempre valido perché chiunque, dai 14 anni in su, può dare una mano e permettere di svolgere sempre al meglio le attività che ci impegnano ogni giorno. Parallelamente ai servizi istituzionali, ci sono attività diverse e coinvolgenti, come gite sociali, esercitazioni nazionali, e pizza con tutti, ma quello a cui più teniamo è di far conoscere alla popolazione sempre meglio le attività e lo spirito di azione che contraddistingue le Misericordie dalle altre forme di volontariato operanti sul territorio. Un ringraziamento particolare voglio farlo ai Soci Sostenitori della Misericordia di Benevento, cittadini che non potendo partecipare attivamente ai tanti servizi che svolgiamo, contribuiscono con un versamento mensile di pochi euro permettendo così di poter e sostenere i costi anche per coloro che non hanno possibilità economiche, prestando un servizio completamente gratuito. Non sono rari i casi in cui i Parroci ci chiedono di intervenire in favore di famiglie molto disagiate economicamente.

Per sapere di più sulle attività della Misericordia di Benevento e come poter iscriversi per aggiungersi ai volontari già in servizio e fare una esperienza molto gratificante si può inviare una mail all'indirizzo info@misericordiabenevento.it, telefonare al nostro centro operativo al numero 0824-24069 o recarsi presso la sede in via dei Longobardi 5 presso la casa di Riposo San Pasquale.